Lana di Cane...filare artigianalmente la lana del tuo cane

Produzione della lana di cane

Akita e Pastore Tedesco

Per arrivare al filato pronto da lavorare con i ferri il sottopelo deve passare attraverso varie fasi; prima di tutto si effettuano i dovuti lavaggi, tanti quanti la lana ne richiede, poi, se il sottopelo lo consente, si procede con la divisione per colore e poi di seguito le seguenti fasi:

Cardatura:

Questa operazione permette di togliere fibre grossolane estranee e di allineare le fibre nello stesso senso: il fatto che i peli siano più o meno allineati nello stesso verso permette in seguito di filare più speditamente e, soprattutto, dà come risultato un filato più morbido e che pizzica meno a contatto con la pelle.

Filatura:

Questo è il cuore di tutta la produzione e, secondo noi, anche la parte più affascinante. In questa fase le fibre vengono ritorte dall'arcolaio man mano che vengono aggiunte, e al tempo stesso, il filo così ottenuto viene raccolto dal rocchetto posto sull'arcolaio in modo che la torsione e il diametro del filato sia il più uniforme possibile. La bravura di chi fila stà semplicemente nel bloccare o far passare la torsione e al tempo stesso nello stirare le fibre per tenere sotto controllo il diametro: più questa operazione è fluida e costante minore sono le probabilità che il filo si spezzi o presenti variazioni di diametro.

Binatura:

se si prova ad aprire un qualsiasi filo da ferri (anche quelli industriali) si scopre che questo è composto da 2, 4 o più fili differenti ritorti fra di loro in senso inverso al verso in cui è ritorto il singolo filo. La binatura consiste proprio in questo: dopo aver ottenuto tramite filatura due rocchetti ritorti in un senso, i capi di questi due fili vengono montati sull'arcolaio che verrà fatto ruotare in senso opposto. Questo permette al filato di bloccarsi su se stesso impedendo che si sfilacci o si smonti. Il filo è tecnicamente già pronto da tessere!

Akita e Pastore Tedesco

Lavaggio e battitura:

una volta che il filo è pronto viene lavato più volte in acqua fredda e battuto. Questo procedimento ha un duplice scopo: chiude le fibre rinforzando il legame fra una fibra e l'altra e in più elimina qualsiasi traccia di sporcizia, odore e grasso. Per evitare che il filato si sfilacci in questa operazione piuttosto violenta il filato viene annodato in più punti; dopo aver eliminato l'acqua in eccesso tramite battitura viene fatto asciugare in un posto ventilato lontano da fonti di calore dirette che altrimenti farebbero infeltrire il filato pregiudicandone la morbidezza.

Creazione del gomitolo e applicazione etichetta

quando il filato è perfettamente asciutto viene creato il gomitolo finale e viene applicata l'etichetta con il nome, la razza e la foto del cane ricevuti insieme al sottopelo.

Clicca per andare alla pagina successiva.Lana di Cane...filatura artigianale




Lana di Cane...filatura artigianale